Progetto education to talent

September 25, 2014

Nel 2013 il primo Progetto Education to Talent con cui la Regione Veneto, al fine di rispondere al diritto delle pari opportunità di tutti i bambini/e di sviluppare appieno il proprio potenziale, ha finanziato attività, condivise con l’Ufficio Scolastico Regionale, per assistere e valorizzare i bambini ad alto potenziale cognitivo all’interno del 1° ciclo di istruzione ha avuto un successo molto superiore alle aspettative.

 

Nel 2014 una nuova iniziativa,Education to Talent 2 ma estesa alle scuole materne, si pone l’obiettivo ambizioso di sviluppare e consolidare una rete di scuole impegnate sul tema dei bambini ad alto potenziale intellettivo (c.d. gifted children) attraverso l’offerta di opportunità di informazione/formazione per gli insegnanti sul tema delle differenze tra gli allievi in relazione alle diverse dotazioni intellettive e sulla necessità di prevedere misure di differenziazione pedagogica e didattica a sostegno non solo degli allievi con un buon potenziale cognitivo, ma anche dell’intero gruppo classe. La necessità di adattare i percorsi pedagogici e didattico educativi in modo da permettereil pieno sviluppo delle caratteristiche cognitive, emotive e relazionali dei gifted children passa attraverso un sistema di formazione e accompagnamento rivolto sia ai docenti che alle famiglie.

 

Obiettivo specifico è, quindi, quello di passare da una fase di test all’elaborazione di un modello d’intervento che attraverso momenti di formazione/informazione e servizi dedicati possa contribuire a sostenerne una crescita e una formazione quanto più possibile armonica e in grado di rispondere alle reali potenzialità di ciascuno.

 

L’obiettivo principale è, quindi, quello di offrire opportunità di informazione/formazione per gli insegnanti sul tema delle differenze tra gli allievi in relazione alle diverse dotazioni intellettive e sulla necessità di prevedere misure di differenziazione pedagogica e didattica a sostegno non solo degli allievi con un buon potenziale cognitivo, ma anche dell’intero gruppo classe. In questa seconda fase progettuale si è inteso non solo offrire una opportunità formativa di approfondimento rivolta al gruppo di docenti che hanno già partecipato agli interventi finanziati nell’ambito del precedente provvedimento, ma anche allargare la platea dei destinatari (insegnanti della scuola dell’infanzia) e replicare i percorsi formativi per altri insegnanti della scuola primaria e secondaria di I grado di istituti scolastici pubblici e privati del Veneto. Nel perseguire la finalità di elaborare misure di differenziazione a sostegno dei bambini con buon potenziale cognitivo, non si può prescindere dal coinvolgimento della famiglia con servizi specifici di accoglienza e supporto. 

 

Partner del progetto

 

Fondazione Centro Produttività Veneto (CPV) CAPOFILA

 

Dipartimento della Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell’Università degli Studi di Padova

 

Dipartimento di Brain and Behavioral Sciences, Sezione Psicologia – Università di Pavia

 

U.O.C.  di  Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza ULSS 16 Padova

 

Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati e la ricerca sulle situazioni di handicap (C.N.I.S.)

 

Fondazione Opera Immacolata Concezione

 

F.A.R.I. – Fabbrica Attività & Relazioni Intergenerazionali Spa

 

Associazione Gifted And Talented Education (GATE) – Italy

 

Conservatorio statale di musica “Francesco Venezze”

 

Associazione Omniacom

Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio